Amarengo

Articles and news

Voci del Passato, Voce del Futuro

Il Laos moderno fonda la sua storia con la fondazione del regno di Lan Xang nel 1353. Re La Ngum fondò Lan Xang attraverso la conquista dopo l’esilio da Xiang Dong Xiang Thong, la capitale del regno precedente. Le circostanze che portarono all’esilio dell’allora principe e di suo padre non sono chiare.

Ngum finì in quella che oggi è conosciuta come la Cambogia moderna dove guadagnò la fiducia del re Khmer. Ngum tornò nel suo regno natale sposato con una principessa Khmer-portando con sé un esercito. Conquistò città e villaggi sulla strada per Xian Dong Xian Thong dove rivendicò la vittoria e si dichiarò re. Xian Dong Xian Thong è stato poi rinominato Luang Prabang nei primi anni del 1560.Oggi, Luang Prabang è una moderna città del Laos.

La regina di Ngum è accreditata per aver introdotto il buddhismo Theravada nel regno. È il ramo più praticato del buddismo, così come la più grande religione nel Laos moderno. Lan Xang Hom Khao, il nome completo del campidoglio, significa “la terra di un milione di elefanti e l’ombrellone bianco”, con gli elefanti che simboleggiano la forza militare (così come gli elefanti reali della guerra) e l’ombrellone bianco che simboleggia la regalità.

Il regno ha attraversato molti cambiamenti nei secoli successivi. Il sud-est asiatico era in costante guerra, e i territori di Lan Xang si ridussero quando i regni vicini invasero. Uno dei re laotiani stabilì una nuova capitale e la chiamò Vientiane, che è anche l’attuale capitale del Laos.

Il declino del regno, secondo Martin Stuart-Fox, è venuto da alcuni fattori — non c’era una regola chiara su quale figlio del re sarebbe salito al trono, e regni di alcuni re sono stati interrotti, quindi mai stabilire una transizione continua e pacifica del potere.

Non fu fino al 1637 quando il re Surinyavongsa ascese che il regno entrò in un periodo di pace e prosperità che durò 57 anni. Durante questo periodo, nel 1640, i primi europei registrati visitarono Vientiane. Il primo, Gerritt Van Wuysthoff, un dipendente della Compagnia olandese delle Indie Orientali, rimase per due mesi. Il secondo, Padre Giovanni-Maria Leria, missionario gesuita italiano, rimase per cinque anni.

Dopo Van Huysthoff e Leria, il Laos non avrebbe avuto un altro visitatore europeo per altri 50 anni.

Surinyavongsa morì di vecchiaia tra il 1694 e il 1695. Lasciò il regno senza un chiaro successore perché fece giustiziare suo figlio per adulterio. Con il regno ancora una volta allo sbando, i vietnamiti e i siamesi intervennero e divisero il regno in tre parti. Questo risultato fu un duro colpo per il dominio del Lao. Verso la metà del 18 ° secolo, tutti e tre i regni passarono sotto il dominio siamese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.