Amarengo

Articles and news

Trump Dice Acquistare LL Bean, Ma la Maggior parte dei Prodotti Made in China

Presidente Repubblicano eletto Donald Trump giovedì esortato la gente a comprare da outdoor retailer di L. L. Bean, anche se molti dei suoi prodotti sono fatti in Cina — in quanto si affaccia chiama per un boicottaggio a causa di una azienda ereditiera’ donazioni per la sua candidatura.
Trump, nel twittare l’endorsement, ha raccolto critiche dal cane da guardia non partigiano di money-in-politics Every Voice per ” incoraggiare personalmente i suoi sostenitori a rafforzare le aziende dei suoi donatori super (political action committee).”E l’approvazione involontariamente guidato i clienti a molti prodotti realizzati all’estero, qualcosa che aveva inveito contro durante la sua campagna.
Trump ha ringraziato Linda Bean, nipote del fondatore dell’azienda, e ha citato il suo “grande sostegno e coraggio.”Ha concluso dicendo:” Compra L. L. Bean.”

Linda Bean ha descritto la reazione contro di lei come bullismo e non americana e ha promesso che non si sarebbe dimessa dal consiglio di amministrazione della società.
“Questo è tutto ciò che sono: un piccolo nucleo di bulli hardcore sulla costa sinistra, West Coast, in California, cercando di controllare ciò che facciamo, ciò che compriamo, ciò che vendiamo nel Maine”, ha detto su Fox News Channel ” Fox and Friends.”

L. L. Bean targeted

Bean e il rivenditore con sede a Freeport sono stati presi di mira da gruppi anti-Trump da quando l’Associated Press ha riferito delle sue donazioni al pro-Trump Rendendo Maine Great Again PAC. I fondatori di # GrabYourWallet hanno chiesto un boicottaggio di L. L. Bean, ma ha detto che si fermerebbe se la società privata, nota per i suoi stivali impermeabili con fondo in gomma, tagliasse i legami formali con Linda Bean.
Repubblicano Gov. Paul LePage ha detto che il gruppo sta cercando di distruggere la reputazione di Linda Bean e danneggiare il rivenditore “marchio iconico.”
Trump ha promesso durante la sua campagna di riportare milioni di posti di lavoro americani persi in Cina e altri concorrenti stranieri. Ma L. L. Bean utilizza fabbriche in tutto il mondo per produrre molti dei suoi beni, in particolare abbigliamento, come fanno altre aziende americane.
La società stima circa il 75 per cento dei suoi prodotti sono importati. Ma è anche orgoglioso del fatto che ancora fa i suoi stivali firma e molti altri prodotti negli Stati Uniti. Ha prodotto 600.000 stivali quest’anno nelle fabbriche del Maine, ha detto una portavoce.

L’analista al dettaglio Walter Loeb ha dichiarato rivenditori tra cui L. L. Bean non hanno altra scelta che cercare all’estero per la produzione perché i consumatori richiedono prezzi bassi e i rivenditori vogliono essere competitivi.

Domande sui contributi
La Commissione elettorale federale ha dichiarato che Linda Bean ha apportato contributi eccessivi al PAC, che si è limitato a contributi individuali di $5.000 in un anno. Il gruppo sta adottando le misure raccomandate dalla FEC per cambiare la sua registrazione in un super PAC, permettendogli di raccogliere fondi illimitati.
Mercoledì, il PAC pro-Trump ha modificato le sue limature per includere donazioni che non aveva rivelato al governo l’anno scorso.
I documenti dicono che Linda Bean ha donato 3 30.000, non $60.000 come riportato originariamente dal PAC. I documenti dicono anche che un contributo di Linda 15,000 al PAC è venuto da Diana Bean, che si crede sia la sorella di Linda Bean. Il resto proveniva da quattro contributori precedentemente non divulgati, incluso il presidente del PAC, David Jones.
Un co-fondatore di #GrabYourWallet, Shannan Coulter, ha lanciato lo sforzo di boicottaggio dopo aver appreso dei contributi di Linda Bean.
“La realtà è che ci sono gravi ripercussioni per il marchio e la linea di fondo di un’azienda quando i consumatori imparano che fa affari con la famiglia Trump o ha contribuito a finanziare l’ascesa di Donald al potere politico”, ha detto Coulter.

L’azienda si allontana

Il presidente di L. L. Bean Shawn Gorman ha preso le distanze dall’azienda da Linda Bean e ha detto che la sua attività politica non parla per gli altri nove membri del consiglio e 50 proprietari di famiglia.

Linda Bean ha detto che il suo “cugino ha dato a (democratico Barack) Obama quattro anni fa” e ha detto che ha donato molto di più di lei.
Il defunto presidente di L. L. Bean Leon Gorman e sua moglie, Lisa Gorman, hanno ospitato raccolte di fondi per il candidato governatore democratico Michael Michaud, hanno sborsato 7 70,000 al Fondo per la vittoria di Obama nel 2012 e donato ai membri della delegazione del Congresso del Maine, tra cui la senatrice repubblicana degli Stati Uniti Susan Collins. Lisa Gorman ha donato ai partiti democratici in tutto il paese e donato $33.400 al Comitato Nazionale democratico la scorsa estate.
I rapporti federali sulla finanza delle campagne mostrano anche che i donatori legati a L. L. Bean hanno donato a cause democratiche e repubblicane.
Il lembo delle donazioni di Trump non sembra aver ferito L. L. Bean.
“Secondo mio figlio, che è vice presidente del consiglio, dice che c’è stato un leggero aumento degli affari, in realtà”, ha detto Linda Bean su Fox Business Network ” Mornings with Maria.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.