Amarengo

Articles and news

Se si vuole limitare il tempo dello schermo per i bambini, la coerenza è la chiave

  • Secondo gli studi, i genitori che vogliono limitare il tempo dello schermo per i loro figli hanno una migliore possibilità di successo se iniziano presto.
  • I bambini più grandi devono avere più di una mano nella creazione di una politica di schermo-tempo di famiglia se hanno intenzione di aderire ad esso.

Se c’è un obiettivo che la maggior parte dei genitori ha iniziato, è promuovere un’infanzia che non dipende dagli schermi — uno in cui i bambini giocano all’aperto, fanno mestieri e attività creative e leggono libri per divertimento nei loro tempi di inattività. Ma poi la realtà imposta in, i bambini sostengono che tutti i loro amici guardare la TV e tablet, e ci sono faccende da fare e cene per fare, e le restrizioni schermo-tempo rilassarsi.

C’è qualcosa per quelle preoccupazioni iniziali sullo schermo, però: Secondo uno studio pubblicato su JAMA Pediatrics nel 2019, l’uso dello schermo cambia il modo in cui i cervelli dei bambini sono cablati. “I bambini che hanno più tempo sullo schermo hanno una minore integrità strutturale dei tratti di materia bianca in parti del cervello che supportano il linguaggio e altre abilità di alfabetizzazione emergenti”, afferma l’abstract. “Questi bambini hanno anche punteggi più bassi sulle misure di lingua e alfabetizzazione.”

Storia correlata

Richard Bromfield, Ph. D., autore di Cyber-Smarts: Raising Children in a Digital Age, inchioda un paio di altre paure dei genitori sui dispositivi: “Gli schermi sottraggono tempo e attenzione ad altre attività salutari e che promuovono la crescita, e ciò che un bambino fa o vede sullo schermo può causare danni.”Basta fare in modo che i genitori scolleghino i router per sempre.

Ma non c’è ancora bisogno di premere il pulsante di panico. Dopotutto,” Non tutto il tempo sullo schermo è “cattivo”, afferma Diana Graber, autrice di Raising Humans in a Digital World e fondatrice di Cyberwise. “Alcuni bambini usano il tempo dello schermo per esplorare nuovi hobby o interessi, per fare film, scrivere canzoni, connettersi con parenti e amici lontani.”

Tuttavia, se pensi che i tuoi figli stiano esagerando e vogliono trovare modi per ridurre, ecco alcune strategie per limitare il tempo dello schermo a casa.

Inizia presto.

Secondo un altro studio pubblicato su JAMA Pediatrics, più i bambini usano gli schermi nell’infanzia, più useranno gli schermi man mano che invecchiano. “Il tempo medio giornaliero dei bambini trascorso a guardare la televisione o utilizzare un computer o un dispositivo mobile è aumentato da 53 minuti all’età di 12 mesi a più di 150 minuti a 3 anni”, afferma lo studio.

Storia correlata

Ma, d’altra parte, se riesci a prendere l’abitudine fin dall’inizio, hai una migliore possibilità di farlo funzionare. “Questa scoperta suggerisce che gli interventi per ridurre il tempo sullo schermo potrebbero avere maggiori possibilità di successo se introdotti precocemente”, scrive Edwina Yeung, Ph. D., autore senior dello studio. È possibile utilizzare le linee guida American Academy of Pediatrics come punto di partenza: Dicono che nessun uso dello schermo per i bambini sotto i 18 mesi (tranne video chat), 1 ora di programmazione di alta qualità al giorno per i bambini di età compresa tra 2 e 5, e limiti di tempo coerenti per i bambini dai 6 anni in su.

In questa fase, il modo più semplice per limitare il tempo dello schermo è solo quello di negare l’accesso ai tuoi figli. “Per i bambini più piccoli è ancora abbastanza facile impostare limiti, ritardare dando loro i propri dispositivi e decidere quando sono troppo giovani per determinate app e giochi”, afferma Graber.

Per i bambini più grandi, avrai bisogno di un buy-in.

Con l’età dei bambini, inizieranno a supplicarti per i propri dispositivi e giurando su e giù che anche tutti i loro amici li hanno — un problema in corso che può ripple in altre aree della vita. “Se non hai una buona politica sullo schermo, ti stai preparando per un sacco di conflitti”, afferma Anya Kamenetz, autrice di The Art of Screen Time. “Può esacerbare altri problemi come i compiti a casa, l’ora di andare a dormire e i problemi di comportamento.”

Vieni insieme e crea regole sullo schermo come una famiglia. “La conversazione è la tua strategia numero uno”, aggiunge. “Pensa a dove gli schermi sono una buona misura, come durante il viaggio, nei giorni di malattia o nei fine settimana. Le regole sono soggette a negoziazione man mano che i bambini invecchiano, quindi fai il check-in per parlare di cosa funziona e cosa no.”Suggerisce anche di usare un rinforzo positivo, come offrire una gita in famiglia per allontanare i bambini dagli schermi.

Storia correlata

Puoi anche livellare con loro le qualità di dipendenza di Internet. “Aiutali a capire come i produttori di dispositivi e i produttori di app usano tattiche che ci tengono ‘agganciati'”, afferma Graber. “Spiega come YouTube, ad esempio, mette in coda un nuovo video nel momento in cui quello che stai guardando finisce. A nessun bambino piace essere manipolato, e spesso quando imparano come i telefoni controllano il loro comportamento, pensano due volte a come trascorrono il loro tempo online.”

Inoltre, ecco il momento di promuovere quelle” buone ” abitudini dello schermo, come usare Internet per trovare hobby o provare nuove abilità. “Scopri come i tuoi figli stanno spendendo il loro tempo online e chiedi cosa stanno facendo”, dice Graber. “Potrebbero sorprenderti! Anche se vogliamo che i bambini a mettere i loro dispositivi verso il basso di tanto in tanto, questi modi meravigliosi e produttivi di trascorrere del tempo online dovrebbero essere incoraggiati — e forse anche fatto insieme!”

Si può anche cercare di ottenere qualche aiuto da applicazioni di monitoraggio parentale, o hardware come router che tagliano il segnale wi-fi dopo un certo periodo di tempo. Questi possono aiutare, ma non funzioneranno da soli. “Gli schermi e la tecnologia sembrano un problema perfettamente moderno che richiede una soluzione altrettanto moderna, ma penso che sia sbagliato”, afferma Bromfield. “Genitorialità vecchio stile, riflessivo e coerente richiede tempo e fatica, ma può essere il modo più sicuro e veloce da percorrere.”

E poi c’è la piccola questione dei tuoi dispositivi.

Il modo più semplice per minare i propri sforzi è quello di dire ai vostri figli che gli schermi sono uno spreco del loro tempo e talento — e quindi controllare il telefono. “Per quanto gli schermi dei loro figli spaventino e preoccupino i genitori, pochi adulti sono disposti a ridurre il proprio comportamento”, afferma Bromfield.

Hai anche la tua politica familiare. “Parcheggia il telefono vicino alla porta quando entri”, dice Kamenetz. “Disattiva le notifiche. Quando si prende il telefono in giro i vostri bambini, dire loro perché: ‘Sto controllando il tempo in modo da sapere quali vestiti avete bisogno per domani.’Questo crea responsabilità per te.”

Fino a quando non vanno a letto, almeno, e poi si può tornare a scorrere Twitter.

Questo contenuto viene importato da {embed-name}. Si può essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato, o si può essere in grado di trovare ulteriori informazioni, al loro sito web.

Per notizie imperdibili, consigli di bellezza esperti, soluzioni genius home, deliziose ricette e molto altro, iscriviti alla newsletter Good Housekeeping.

Iscriviti ora

Questo contenuto è creato e gestito da terzi e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i loro indirizzi email. Si può essere in grado di trovare ulteriori informazioni su questo e contenuti simili a piano.io

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.