Amarengo

Articles and news

Respirare

Il famoso ricercatore ceco Dr. Karel Lewit afferma: “La respirazione è il nostro modello di movimento primario e più importante… e anche il più disfunzionale.”La maggior parte dei medici è consapevole di come la respirazione influenzi la postura, l’allineamento e le funzioni corporee, ma c’è molta confusione quando si tratta di trattare i disturbi articolari e miofasciali sottostanti. Questo articolo presenta una panoramica dell’anatomia respiratoria, delle strategie di valutazione e trattamento per aiutare i clienti a respirare in modo più funzionale e autentico.

 Figura 1

Durante gli sforzi di inalazione, la gabbia toracica ha la capacità unica di aumentare le sue dimensioni anteriore/posteriore e laterale allo stesso tempo. La struttura più responsabile della generazione di pressione intra-toracica negativa è il diaframma (Fig, 1). L’inalazione fa sì che il diaframma si contragga e si muova inferiormente. Questa azione appiattisce il muscolo a forma di cupola causando una diminuzione della pressione nel torace e un aumento dell’aria prelevata nei polmoni. Mentre espiriamo, il diaframma si rilassa, la forma della cupola viene ripristinata e lo spazio aereo nei polmoni diminuisce facendoci espellere l’aria (Fig. 2). Qualsiasi aumento della pressione addominale per inalazione appiattisce le curve spinali causando un aumento della rigidità e della stabilità della colonna vertebrale e della gabbia toracica. Prova sul tuo stesso corpo.

 Figura 2

Questa azione respiratoria involontaria funziona in stretta coordinazione con altre strutture che chiamiamo vagamente il “nucleo”. A causa della relazione intima tra la respirazione e le strutture ossee, tutto ciò che indebolisce il diaframma influisce negativamente anche sulla funzione della colonna vertebrale e della cassa toracica. E quando le articolazioni del corpo si irrigidiscono, i normali modelli respiratori soffrono. Importa poco se sei impegnato in un’attività sportiva competitiva, o semplicemente sollevando un bambino da un seggiolino auto, i muscoli del nucleo devono essere correttamente impegnati. La disfunzione in qualsiasi struttura correlata alle vie respiratorie ci rende più suscettibili al dolore e alle lesioni.

La funzione di ripristino riduce il costo metabolico del movimento

Figura 3Quando la tensione, il trauma e la cattiva postura alterano la biomeccanica e minano il movimento del nucleo integrato liscio, di solito è facilmente rilevabile durante l’esame dell’andatura e della palpazione. Poiché il movimento scoordinato goffo è meno efficiente, altera i modelli di attivazione del carico e del muscolo del corpo. Stranamente, molti pazienti con dolore cronico sviluppano “amnesia del movimento” e non sono in grado di descrivere o sentire alterazioni nei loro schemi di movimento. Ma, troverete le seguenti condizioni spesso vanno di pari passo con un nucleo indebolito e la perdita di una corretta respirazione diaframmatica:

  • Lombalgia cronica
  • Frequenti mal di testa di tipo tensivo
  • Sovraccarico del sistema emotivo, stress elevato e ansia persistente
  • Tensione posturale cronica da posture occupate da scrivania, ecc.
  • Fissaggi costali ripetitivi e dolorosi

Figura 4

La cassa toracica e il core funzionano come unità e movimento coordinato è essenziale. A seconda di come il cervello percepisce la minaccia, il dolore può manifestarsi quando una costola perde la sua capacità di coordinare correttamente il movimento con il resto delle costole e della colonna vertebrale come parte di un’unità funzionale. Questo sarebbe simile a una squadra di canottaggio in cui un rematore usa il suo minerale fuori sequenza con il gruppo. La funzione alterata della costola può causare difficoltà respiratorie, movimento limitato della spalla, dolore riferito ad altre aree e guardia reattiva del muscolo. Inoltre, le costole disallineate possono pizzicare i nervi intercostali, inviando dolore lancinante attraverso la lunghezza della costola e, occasionalmente, la parete toracica (lo spavento dell’attacco cardiaco ole).

È praticamente impossibile sopravvalutare l’influenza della respirazione sulla mobilità della colonna vertebrale e delle costole e sulla stabilità posturale. Il diaframma, gli addominali e i muscoli respiratori accessori producono fino a 21.000 respiri al giorno. Con un diaframma forte e in movimento che funge da muscolo primario per la respirazione, i muscoli ausiliari sono in grado di rimanere morbidi e rilassati. Tuttavia, molti clienti con restrizioni superiori della t-colonna vertebrale (come la gobba di una vedova) respirano principalmente con gli scaleni e i fissatori scapolari superiori (vedere il trattamento allegato e il video di allenamento qui sotto)

Un diaframma indebolito provoca un aumento del tono di riposo nei muscoli della gabbia toracica superiore come gli scaleni, il trapezio superiore, la scapola del levatore e i pettorali. Il gran dorsale e pettorali non sono in genere pensato come muscoli accessori della respirazione, ma possono essere reclutati in quelli con modelli respiratori paradossali. Questo modello di respirazione difettoso si verifica quando l'addome si muove in inspirazione e fuori all'espirazione e può causare protrazione della cintura della spalla, carrello della testa in avanti e diminuzione della lordosi lombare. La postura di accompagnamento della testa in avanti causa spasmo suboccipitale e dolore cervicotoracico, poiché a queste aree viene ora chiesto di sopportare carichi eccessivi per compensare la colonna t iperfotica

Un diaframma indebolito causa un aumento del tono di riposo nei muscoli della gabbia toracica superiore come gli scaleni, il trapezio superiore, la scapola del levatore e i pettorali. Il gran dorsale e pettorali non sono in genere pensato come muscoli accessori della respirazione, ma possono essere reclutati in quelli con modelli respiratori paradossali. Questo modello di respirazione difettoso si verifica quando l’addome si muove in inspirazione e fuori all’espirazione e può causare protrazione della cintura della spalla, carrello della testa in avanti e diminuzione della lordosi lombare. La postura di accompagnamento della testa in avanti causa spasmo suboccipitale e dolore cervico-toracico, poiché a queste aree viene ora chiesto di sopportare carichi eccessivi per compensare la colonna t iperfotica

Un modo spesso trascurato di alleviare il fastidioso dolore al collo, alla spalla o alla schiena è migliorare la mobilità della cassa toracica. In Fig. 3, dimostro una tecnica di sollevamento della costola (benna-maniglia). Questo potente tratto di tessuto molle aiuta a creare spazio tra la gabbia toracica e la cintura pelvica. In Fig. 4, I attivare un diaframma inibito durante la mobilizzazione della cassa toracica. Mentre il cliente inspira, preme delicatamente il gomito contro la mia mano mentre resisto a un conteggio di 5. Dopo un’espirazione profonda, le mie dita si alzano sotto la gabbia costale e pompano tutta l’aria viziata dal muscolo del diaframma (ripetere 5 volte).

Compiti di respirazione

Ogni cliente con problemi respiratori deve ricevere consigli di esercizio. Una routine di base che ho trovato efficace è di avere il cliente posto una mano sopra il basso addome e l’altra sulla parete toracica superiore appena sotto la gola. Istruirli a spingere fuori l’addome mentre prendono un respiro lento, rilassato e pieno attraverso il naso, e tirare con forza la pancia mentre espirano attraverso la bocca (Fig. 5).

Mentre invecchiamo e la colonna vertebrale toracica si irrigidisce, iniziano le compensazioni respiratorie. Tendiamo a dare la respirazione per scontata perché è così apparentemente semplice e automatica. I terapeuti manuali e del movimento sono spesso colpevoli di trascurare la valutazione e il trattamento della respirazione a favore di strategie correttive più esotiche.

Ma la respirazione è uno dei modelli di movimento innati più essenziali nel trattamento non solo della stabilità spinale e del dolore mioscheletrico, ma anche dell’affaticamento cronico e dell’ansia. Ci sono numerose tecniche e modalità che insegnano la respirazione tra cui yoga, fitness fasciale e varie forme di riabilitazione funzionale. Trattare le disfunzioni e insegnare ai tuoi clienti modi adeguati per respirare sono essenziali per una salute ottimale e prestazioni atletiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.