Amarengo

Articles and news

Regolazione dell’affetto da parte del setto laterale: implicazioni per la neuropsichiatria

Prove sostanziali indicano che il setto laterale (LS) svolge un ruolo critico nella regolazione dei processi legati all’umore e alla motivazione. Questa recensione presenta i risultati della letteratura neuroscientifica di base e di alcune ricerche clinicamente orientate, attingendo da studi comportamentali, neuroanatomici, elettrofisiologici e molecolari a sostegno di tale ruolo e articola modelli e ipotesi destinati a far progredire la nostra comprensione di queste funzioni. Neuroanatomicamente, LS è collegato con numerose regioni note per regolare l’affetto, come l’ippocampo, l’amigdala e l’ipotalamo. Attraverso le sue connessioni con il sistema mesocorticolimbico della dopamina, LS regola la motivazione, sia stimolando l’attività dei neuroni dopaminergici del mesocorticolimbico, sia regolando le conseguenze di questa attività sullo striato ventrale. Saranno inoltre presentate prove che la funzione LS potrebbe avere un impatto sui processi correlati alla schizofrenia e ad altri disturbi dello spettro psicotico, come le alterazioni della funzione LS a seguito della somministrazione di antipsicotici e psicotomimetici negli animali. La LS può anche diminuire o consentire la risposta alla paura quando la sua attività neurale viene stimolata o inibita, rispettivamente, forse attraverso le sue proiezioni all’ipotalamo. Regola anche le manifestazioni comportamentali della depressione, con antidepressivi che stimolano l’attività dei neuroni LS e fenotipi simili alla depressione corrispondenti all’attività smussata dei neuroni LS; la serotonina probabilmente gioca un ruolo chiave nel modulare queste funzioni influenzando la reattività della LS all’ingresso dell’ippocampo. In conclusione, una migliore comprensione delle LS può fornire informazioni importanti e utili nel perseguimento di trattamenti migliori per una vasta gamma di condizioni psichiatriche caratterizzate dalla mancata osservanza delle funzioni affettive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.