Amarengo

Articles and news

Perché i Jets rookies hanno un chip sulla spalla che si dirigono verso i giochi 7 finali

Tra la scadenza del commercio NFL e il rilascio del running back Le’Veon Bell e del cornerback Pierre Desir, i Jets hanno abbandonato diversi veterani dal roster nelle ultime sei settimane.

L’uscita di Desir martedì è stata l’ultima mossa, ed è arrivata sulla scia dell’attivazione del rookie infortunato Bryce Hall dalla lista infortunati. Con i Jets a 0-9 e chiaramente guardando al futuro, uno dei loro obiettivi principali ora è quello di trovare opportunità di gioco per rookies e giocatori più giovani.

Invece di relegare Desir a un ruolo di riserva o usarlo come un graffio sano, l’allenatore Adam Gase ha detto che la squadra voleva dargli l’opportunità di giocare altrove. In tal modo, i Jets hanno mostrato il loro impegno a coinvolgere maggiormente i rookie nel 2020.

“Stiamo solo cercando di giocare ragazzi giovani, stiamo cercando di fare esperienza ragazzi, stiamo cercando di fare in modo che otteniamo ragazzi là fuori e competere,” ha detto Gase. “Questa è una cosa che posso dire che ho visto in particolare (contro i Patriots nella settimana 9), voglio dire che guardi questi ragazzi uscire dal campo, qualunque cosa abbiano, lo stanno dando. Dobbiamo solo trovare un modo per finire questi giochi dove stiamo vincendo la partita, abbiamo un punto in più rispetto all’altra parte.”

Il tackle sinistro Mekhi Becton e il wide receiver Denzel Mims continueranno entrambi a servire nei ruoli iniziali per il resto della stagione, mentre il running back La’Mical Perine continuerà a lavorare costantemente fuori dal backfield.

In difesa, la sicurezza Ashtyn Davis è stato a volta in un ruolo di partenza con Bradley McDougald fuori con un infortunio. Jabari Zuninga e Bryce Huff otterranno scatti coerenti nella parte anteriore sette, mentre cornerbacks Hall e Lamar Jackson dovrebbero essere in linea per i ruoli nel secondario.

Come gruppo, i giovani giocatori hanno molto da dimostrare.

” Mi sento come ogni rookie, abbiamo tutti quel chip sulla nostra spalla. Vogliamo essere la ragione per cui vinciamo”, ha detto Becton. “Quindi ogni rookie sta adottando questo approccio nel fine settimana da qui in poi.”

L’inizio 0-9 dei Jets non è la prima volta che Hall è stato in questo tipo di posizione. Quando il cornerback era una matricola in Virginia nel 2016, la squadra finì 2-10. Ma la sua classe ha aiutato il programma a cambiare le cose. Virginia è andato 8-5 nella stagione junior di Hall prima di andare 9-5 in 2019.

Quindi Hall e gli altri rookies vogliono essere la ragione per cui i Jets hanno ragione della nave come franchising, e il gruppo ha fatto ogni sforzo per rimanere vicino, anche in tempi diversi in una pandemia.

“Abbiamo un buon legame, da quando siamo stati redatti e abbiamo iniziato incontri virtuali, anche rimanendo vicini e collegati tra loro in chat di gruppo e cose del genere”, ha detto Hall. “Soprattutto il secondario i ragazzi. Io lavoro lui, sai, eravamo molto legati e abbiamo un ottimo legame.”

Grazie per aver fatto affidamento su di noi per fornire il giornalismo di cui ti puoi fidare. Si prega di considerare il supporto NJ.com con un abbonamento.

Chris Ryan può essere raggiunto a [email protected] Seguilo su Twitter @ ChrisRyan_NJ. Raccontaci la tua storia coronavirus o inviare un suggerimento qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.