Amarengo

Articles and news

Lama lama o glama?

Per completare @brianpck risposta:

Innanzitutto, diciamo subito l’ovvio: poiché tutte le specie conosciute di lama sono endemiche del Sud America, è altamente improbabile che ci sia una parola latina classica per nominarle.

Wheeler (2005) ha offerto una breve rassegna della storia tassonomica dei lama:

Nel 1758, Linnaeus descritto le due nazionali camelidi del Nuovo Mondo come Camelus glama “Camelus peruvianus Glama dictus” (lama) e Camelus pacos “Camelus peruvianus laniger Pacos dictus” (alpaca), metterli insieme in un unico genere con il Vecchio Mondo dromedario e battriano cammelli, Camelus dromedarius e Camelus bactrianus. Le due specie rimanenti del Nuovo Mondo, il guanaco selvatico e la vicuña, furono successivamente designate Camelus guanicoe da Müller nel 1776 e Camelus vicugna da Molina nel 1782. Già nel 1775, Frisch propose che le quattro specie del Nuovo Mondo fossero collocate nel genere Lama, ma questo lavoro non è accettato dalla Commissione Internazionale sulla Nomenclatura zoologica (Hemming, 1985a) e la paternità di Lama è accreditata a Cuvier, 1800 (Hemming, 1985b).

Ma la storia nomenclaturale dei lama è ancora più complessa di questa in quanto la pagina del database delle specie di mammiferi del mondo sul genere Lama Cuvier 1800 elenca non meno di 12 sinonimi:

Aucheria F. Cuvier, 1830
Auchenia Illiger, 1811
Auchenias Wagner, 1843
Dromedarius Wagler, 1830
Guanaco Perry, 1811
Lacma Tiedemann, 1804
Lama Frisch, 1775
Llacma Illiger, 1815
Lama Grigio, 1852
Neoauchenia Ameghino, 1891
Pacos Grigio, 1872
Vicunia Rafinesque, 1815

Per tornare al punto principale: non è chiaro perché Linnaeus utilizzato glama invece di lama o di lama, perché, al momento, non era obbligatorio (né abituale) per spiegare l’etimologia del nome della specie. Forse Linneo ha appena sentito male la parola quechua, non lo sapremo mai veramente. Tuttavia il motivo per cui il nome è stato cambiato a Lama potrebbe essere perché:

  • Frisch e Cuvier ha voluto correggere Linnaeus errore (se è davvero un errore)
  • Hanno voluto evitare una tautonymous nome: mentre Linnaeus sembra essersi affezionato a loro (l’autore Americane americane, Bison bison, Cricetus cricetus, Dama Dama e tanti, tanti altri), il resto del tassonomica comunità non è. Infatti il codice internazionale di nomenclatura dovuto aggiungere un articolo in particolare consentendo loro, per evitare che la comunità considera invalidi per impostazione predefinita.
  • Un’altra spiegazione, forse meno elegante, è che la comunità ritiene erroneamente che Cuvier abbia nominato il genere Lama: infatti le fonti moderne che collegano il nome all’opera di Cuvier indicano la tabella 1 del libro 1 delle Leçons d’anatomie comparée come fonte del nome. Ma quella tabella è in realtà scritta in francese (e inutile dire che Lama è francese per lama), e in effetti non mi sembra di trovare alcuna occorrenza in Leçons d’anatomie comparée della parola Lama dove è impiegato in alcun modo diverso da un nome vernacolare in francese. Se è vero, a questo punto, non ha più molta importanza in quanto il nome è stato impiegato per più di un secolo per designare quel genere, quindi l’uso prevale (in particolare dal momento che il lavoro di Cuvier e l’uso del nome del genere Lama precedono il primo codice internazionale di nomenclatura zoologica).

Se alla fine la domanda fosse: quale parola impiegare in un contesto vernacolare (cioè non tassonomico) per designare i lama in latino? Direi che sia glama che lama potrebbero essere considerati, anche se potrebbe valere la pena notare che la versione latina di wikipedia usa lama:

Lama glama (Linnaeus anno 1758), vulgo lama, est mammal familiae Camelidarum. Lama est indigena Americae Meridionalis et Andium montium, accurate Peruviae et Aequatoriae.
Fonte: https://la.wikipedia.org/wiki/Lama_glama. Enfasi mia.

Altrimenti anche auchenia ha senso in una certa misura (deriva dal greco auchēn che significa collo e, per quanto ne so, non ha altro significato che lama).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.