Amarengo

Articles and news

La Bibbia dice che perdere la Messa è un peccato mortale?

La Chiesa cattolica insegna che perdere la Messa è un peccato mortale.

Protestanti si oppongono con veemenza a questo insegnamento. Essi sostengono che la Chiesa cattolica oltrepassa i suoi limiti quando richiede ai suoi membri di partecipare alla Messa sulle pene del peccato mortale. Molti cattolici nominali, essendo stati convinti dell’argomento protestante, sono caduti a causa di esso. Ma cosa dice la Bibbia?

Esaminiamo prima l’idea protestante. È vero che non siamo tenuti ad assistere a nessuna adunanza cristiana? I protestanti indicano un versetto particolare, nella Bibbia per sostenerlo. Questo è quello in cui Gesù dice alla samaritana al pozzo:

Giovanni 4: 19-23 King James Version (KJV) 19 La donna gli disse: Signore, Io percepisco che tu sei un profeta. 20 I nostri padri si sono prostrati su questo monte, e voi dite: Gerusalemme è il luogo dove si deve adorare. 21 Gesù le disse: Donna, credimi, viene l’ora in cui né su questo monte né in Gerusalemme adorerete il Padre. 22 Voi adorate voi non sapete che cosa; noi sappiamo che cosa adoriamo: poiché la salvezza è dei Giudei. 23 Ma l’ora viene, ed è ora, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; poiché il Padre cerca tali da adorarlo.

I protestanti interpretano questo nel senso che sono liberi di adorare da qualsiasi luogo. Che non c’è più bisogno di riunirsi in un unico luogo per l’adorazione pubblica di Dio.

Ma è questo che Gesù intende veramente? Esaminiamo le parole più da vicino.

20 I nostri padri adoravano su questo monte, e voi dite: Gerusalemme è il luogo dove gli uomini devono adorare.

In primo luogo, la donna dice che gli ebrei adorano a Gerusalemme. Il che era vero in quel periodo. Questo è il sito del Tempio di Dio.

Ma, dice anche, che i samaritani adorano su una montagna separata. I Samaritani avevano costruito un Tempio opposto dove potevano adorare come volevano perché non credevano che gli ebrei avessero l’autorità di designare alcun luogo di culto. Questo era anche vero, in quei giorni.

21 Gesù le disse: Donna, credimi, viene l’ora in cui né su questo monte né a Gerusalemme adorerete il Padre.

Gesù annunciò che sarebbe venuto un tempo in cui Dio non sarebbe stato adorato né lì né a Gerusalemme. Questo è anche vero. Gerusalemme fu distrutta dai Romani nel 77 d.C. Ma i samaritani, per quanto ne so, si convertirono al cristianesimo. Quindi, dopo la risurrezione di Cristo, nessuno dei due continuò ad adorare come aveva fatto in passato.

22 Voi adorate, voi non sapete che cosa; noi sappiamo che cosa adoriamo, perché la salvezza è dei Giudei. 23 Ma l’ora viene, ed è ora, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; poiché il Padre cerca tali da adorarlo.

Gesù non implica che i credenti non si riuniranno più per il culto. Egli si limita a sottolineare che non sarà più solo a Gerusalemme né solo in Samaria. Ma in ogni parte del mondo che si riuniscono per adorare il Padre in Spirito e Verità.

E dov’è?

Passiamo a Eb 10: 25-31.

La vendetta appartiene a me

Ebrei 10: 25-31 Versione di Re Giacomo (KJV) 25 Non abbandonando l’adunanza di noi stessi, come è il modo di alcuni, ma esortandoci gli uni gli altri: e tanto più, come si vede il giorno si avvicina. 26 Poiché se pecchiamo volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più sacrificio per i peccati, 27 ma un certo timoroso in cerca di giudizio e di ardente indignazione, che divorerà gli avversari. 28 Chi disprezzava la legge di Mosè morì senza misericordia sotto due o tre testimoni: 29 Di quanto più doloroso castigo, pensate, sarà ritenuto degno colui che ha calpestato il Figliuol di Dio, e ha considerato empio il sangue del patto con cui è stato santificato, e ha fatto dispetto allo Spirito di grazia? 30 perciocchè noi conosciamo colui che ha detto: La vendetta mi appartiene, io la renderò, dice l’Eterno. E ancora, il Signore giudicherà il suo popolo. 31 È terribile cadere nelle mani dell’Iddio vivente.

Quei cattolici caduti che hanno lasciato la Chiesa per il protestantesimo saranno sorpresi di ciò che questo dice. La Bibbia dice, che se perdiamo la Messa, ” La vendetta appartiene a me!”Wow! Linguaggio forte. Prima di scomporlo in dettaglio, una lettura superficiale sembra dire che gli ebrei del tempo di Mosè sarebbero stati lapidati a morte per aver mancato la loro assemblea. Quanto più, sottolinea l’Apostolo, coloro che mancano all’assemblea cristiana che Cristo è morto sulla Croce per provvedere a noi.

Qualcuno non è d’accordo con quel riassunto?

Ok, quindi diamo un’occhiata a questo verso in un po ‘ più in dettaglio. Penso che la prima cosa che dobbiamo chiarire sia il significato del termine”peccato mortale”. Un peccato mortale è un peccato fino alla morte. Non la morte del corpo, ma la morte dell’anima. Chiunque commette un peccato mortale, diventa nemico di Dio e si dice che muoia spiritualmente. È legato alla seconda morte.

Apocalisse 20: 14 E la morte e l’inferno furono gettati nello stagno di fuoco. Questa è la seconda morte.

Ok, quindi diamo un’occhiata in dettaglio.

25 Non abbandonando l’adunanza di noi stessi, come è il modo di alcuni; ma esortandoci gli uni gli altri; e tanto più, come vedete avvicinarsi il giorno.

L’Apostolo dice che dobbiamo incoraggiarci a riunirci e a non trascurare l’assemblea.

26 Poiché se pecchiamo volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più sacrificio per i peccati,

Si noti che lo descrive come un peccato intenzionale o intenzionale farlo. Infatti, se saltiamo intenzionalmente la Messa, non c’è altro sacrificio che lavi via i nostri peccati. Così, egli equipara l’assemblea cristiana, che noi chiamiamo la Messa, con il sacrificio di Cristo per i nostri peccati.

27 Ma un certo timoroso in cerca di giudizio e di ardente indignazione, che divorerà gli avversari.

E se perdiamo la Messa, non vediamo l’ora di andare al giudizio e all’indignazione ardente. Ti sembra la seconda morte?

28 Colui che disprezzava la legge di Mosè morì senza misericordia sotto due o tre testimoni:

Coloro che mancarono all’assemblea giudaica subirono la pena di morte. Morte del corpo.

29 Di quanto più sorer punizione,

Coloro che mancano all’assemblea cristiana meritano una punizione peggiore. Cosa potrebbe esserci di peggio della morte del corpo? Morte dell’anima.

supponete che si ritenga degno colui che ha calpestato il Figlio di Dio e ha considerato il sangue dell’alleanza con cui è stato santificato una cosa empia e ha fatto dispetto allo Spirito di grazia?

Ora, se l’Eucaristia non è la Presenza Reale di Gesù Cristo, allora perché dice che chi manca alla Messa è colpevole di offendere il Corpo e il Sangue di Cristo?

E, questa è la chiave per capire perché la Chiesa cattolica dice che è un peccato mortale perdere la Messa. I protestanti non credono che l’Eucaristia sia altro che un pezzo di pane o una tazza di vino. Ma noi crediamo nella Presenza Reale di Gesù Cristo nella Santa Eucaristia. Pertanto, qualsiasi cattolico che preferisce guardare il Super Bowl nella Super Sunday e trascura la Messa, ha quindi disprezzato il sacrificio di Gesù Cristo sulla Croce.

30 Poiché conosciamo colui che ha detto: La vendetta mi appartiene, io la ricompenserò, dice il Signore. E ancora, il Signore giudicherà il suo popolo. 31 È terribile cadere nelle mani dell’Iddio vivente.

E di conseguenza, l’individuo che manca la Messa, si è fatto nemico di Dio. Dio si vendicherà di lui per aver trascurato il sacrificio di Cristo.

Ci sono alcune cose nella Scrittura che sono difficili da capire. Ma questo sembra chiaro come il giorno. Quindi, cosa ne pensi, la Bibbia dice che perdere la Messa è un peccato mortale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.