Amarengo

Articles and news

Jeff Zucker visto come top candidato interno per WarnerMedia CEO

Ascesa meteorica di Jeff Zucker nel settore dei media potrebbe non essere ancora finita.

Zucker, il presidente della CNN, è ora il principale — se non l’unico — candidato interno considerato per diventare amministratore delegato di WarnerMedia, il nuovo conglomerato di proprietà di AT &T che include Warner Bros., HBO e Turner Broadcasting, secondo cinque fonti WarnerMedia di alto livello. Attualmente è il capo di notizie e sport per WarnerMedia.

AT & T, che sta cercando di respingere un investitore attivista e capire il suo piano di successione esecutivo, potrebbe ancora toccare qualcuno al di fuori della società. Ma le fonti, che hanno parlato a condizione di anonimato perché non erano autorizzati a discutere pubblicamente la questione, hanno detto che Zucker è emerso come l’unico nome interno a prendere il posto di CEO di WarnerMedia se il suo attuale capo, John Stankey, diventa CEO di AT & T.

Selezionare Zucker per guidare WarnerMedia presenterebbe rischi significativi per AT &T, sia perché ha avuto un incarico travagliato a NBCUniversal sia a causa del suo rapporto con il presidente Donald Trump, hanno detto tutte e cinque le fonti. Tuttavia, in un settore in cui i leader esperti e decisivi sono difficili da trovare, Zucker potrebbe essere una forza potente per guidare WarnerMedia in un panorama hollywoodiano ferocemente competitivo.

NBCUniversal è la società madre di NBC News.

Sia Zucker che un portavoce di WarnerMedia non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.

AT & Il piano di successione esecutivo di T rimane in qualche dubbio. Elliott Management, l’attivista di hedge fund che detiene circa $3 miliardi di A&T stock, ha affermato che la leadership della società ha fatto numerosi passi falsi, tra cui $85 miliardi di acquisizione di Time Warner (dal rinominato WarnerMedia) che ha portato Zucker e il resto del gigante dei media sotto AL&T.

Zucker l’ascesa e la caduta — e rise di nuovo — è l’industria dei media lore. Ha assunto come produttore esecutivo dello show “Today”, il programma mattutino di NBC News, all’età di 26 anni e ha contribuito a portare lo spettacolo al successo dei rating sui suoi rivali di rete. Nel 2005, è stato nominato amministratore delegato del gruppo televisivo NBCUniversal, che era allora di proprietà di General Electric.

Ma sotto la guida di Zucker, NBC è passata da leader negli ascolti TV all’ultimo posto tra i suoi concorrenti di rete. Nel 2010, Zucker si è dimesso dal suo ruolo in cima NBC dopo NBCUniversal è stata acquisita da Comcast.

Le recensioni del suo mandato all’epoca non erano particolarmente favorevoli. In una colonna memorabile, Maureen Dowd del New York Times ha chiesto: “Come fa Jeff Zucker a continuare a salire e salire mentre le fortune della NBC continuano a cadere e cadere?”

I passi falsi alla NBC, tuttavia, non lo hanno bandito dall’industria dei media. Nel 2012, la CNN ha nominato Zucker suo presidente. Mentre la CNN rimane dietro ai rivali di notizie via cavo Fox News e MSNBC nelle sue valutazioni televisive, la sua presenza online ha cementato il suo posto come uno dei principali marchi di notizie negli Stati Uniti Zucker ha anche aiutato la CNN a raddoppiare i suoi profitti.

Dopo l’acquisizione di AT &T, Zucker è stato nominato responsabile delle notizie e dello sport per WarnerMedia. È anche uno dei pochi capi rimasti di un importante gruppo WarnerMedia dopo che l’ex capo della Warner Bros. Kevin Tsujihara e l’ex capo della HBO Richard Plepler hanno entrambi lasciato la compagnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.