Amarengo

Articles and news

I 5 più importanti inventori messicani nella storia umana

In Messico, come in molti altri paesi, c’è un costante bisogno di innovazione. Come società siamo sempre alla ricerca di cose nuove che facilitino la nostra vita, nuove mode che possiamo seguire e nuove tecnologie che possiamo integrare nelle nostre vite. C’è una crescente tendenza verso la ricerca e l’innovazione tra i nostri centri educativi, con UNAM e altre università che aspirano a ispirare le menti dei nostri studenti a soddisfare i bisogni delle persone, il tutto da un campo scientifico.

Questa, tuttavia, non è una novità. Nel corso della storia del nostro paese ci sono già stati scienziati e ricercatori che sono riusciti a cambiare il mondo, anche se molte persone non conoscono i loro nomi. Persone che hanno creato invenzioni utili per diverse società e culture. Professionisti che hanno dedicato la loro vita allo studio delle tecnologie per migliorare la vita dell’umanità. Questi sono alcuni dei più importanti inventori messicani che sono emersi dal nostro paese, così come le loro invenzioni, che vanno dalle piccole cose che consideriamo banali alle creazioni che hanno cambiato il mondo nel suo complesso.

Guillermo González Camarena

Un ingegnere laureato presso l’Istituto Politecnico Nazionale, tra il 1939 e il 1940 l’ingegnere Camarena ha lavorato per la creazione di un sistema tricromatico sequenziale di campi. Questo sistema gli ha permesso di trasmettere immagini a colori, che in seguito avrebbero permesso l’invenzione della TELEVISIONE a colori, e trasmissioni che ora sono comuni a tutti noi.

La sua invenzione è stata utilizzata dalla NASA durante la missione VOYAGER, la sonda che ha inviato immagini e video di Saturno nel 1979.

Luis Ernesto Miramontes

Un chimico Messicano che ha studiato la laurea in Ingegneria Chimica presso l’UNAM. È stato anche co-fondatore ricercatore presso l’Istituto di Chimica della stessa università. Nel 1951, insieme al supporto degli scienziati Carl Djerassi e George Rosenkran, riuscì a sintetizzare il composto noretisterone, un ormone progestinico attivo, in grado di essere consumato per via orale. Questo composto è la base della stragrande maggioranza dei contraccettivi orali usati oggi.

Il suo lavoro è riconosciuto a livello globale, perché è grazie a questo che la pillola contraccettiva esiste in tutto il mondo.

Everardo Rodríguez Arce e Luis Romero

Questa coppia di lavoratori Messicani (non tecnici, non laureati, appena lavoratori) è riuscito a inventare una macchina in grado di agevolare il lavoro di molte persone: un tortilladora macchina. Proprio così, questa coppia di messicani sono responsabili delle macchine che ora ci permettono di gustare la tortilla in tanti posti in Messico, senza la necessità di prepararli a mano come si fa tradizionalmente.

Capace di produrre 16.000 tortillas al giorno, era una coppia di rulli arrotolati e una catena di trasporto che distribuiva e modellava l’impasto. Appiattendo e dando la forma tipica della tortilla, ho trasportato l’impasto su una piastra, e in meno tempo di quanto fosse stato raggiunto prima, avevi una tortilla pronta.

Nel 1947 un altro messicano è riuscito a creare una macchina tortillera automatico, ma senza il lavoro di questi due, non sarebbe stato possibile.

Julián Carrillo

Compositore, direttore d’orchestra e scienziato, Carrillo è stato un pioniere nello studio della musica dalla fine del XIX secolo. Sperimentando con una chitarra è stato in grado di scoprire che poteva andare oltre la scala tradizionale di 12 note musicali. In questo modo, ha creato la Teoria del suono 13, che ha formalizzato lo studio sistematico del microtonalismo.

Grazie a questa scoperta, abbiamo intervalli musicali più piccoli dei semitoni, che hanno portato all’espansione delle possibilità nel mondo musicale.

Heberto Castillo Martinez

Un ingegnere civile, laureato alla Scuola Nazionale degli Ingegneri della UNAM, il Castello è responsabile per l’invenzione del Sistema di Tridilosa nel 1966. Un sistema strutturale per la costruzione costituito da mezzanino tridimensionale misto di calcestruzzo e acciaio. Questo ingegnoso sistema consente di ridurre la quantità di materiale utilizzato senza compromettere la stabilità o la fermezza della struttura di una costruzione.

Così, Castillo è riuscito a presentare un sistema che consente di assemblare un edificio in modo rapido ed efficiente, che ora viene utilizzato nella costruzione di centinaia di edifici in tutto il mondo, incluso il World Trade Center di Città del Messico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.