Amarengo

Articles and news

Hawaii Ke Ala Hele Makalae | TrailBlog

Trail del mese: agosto 2016

“Abbiamo cercato per anni di coinvolgere gli uomini nei nostri programmi di fitness. Chi sapeva che tutto quello che dovevamo fare era costruire un sentiero?”

Kauai è immagine perfetta-letteralmente. “Garden Isle” delle Hawaii, ricoperta di foreste pluviali verde smeraldo e circondata da morbide spiagge sabbiose è stato descritto in decine di film e spettacoli televisivi. I dinosauri di Jurassic Park, la mostruosa bestia di King Kong e l’avventuroso Indiana Jones hanno tutti vagato per il suo terreno montuoso e giungle misteriose. Abbracciando la costa del cocco dell’isola, il suono musicale Ke Ala Hele Makalae offre un modo semplice per sperimentare un pezzo di questo paradiso in 7,3 miglia di sentiero lastricato lungo la costa orientale.

“I bicicletta in una cartolina!”esclama Bev Brody, direttore di Get Fit Kauai, che promuove l’esercizio fisico e un’alimentazione sana sull’isola. “È uno spettacolo così gioioso; ovunque guardi, ci sono persone che si godono una parte del sentiero. Non mi stanco mai.”

Ciò che la ferrovia-trail può mancare in lunghezza, più che compensa in bellezza, vantando infinite distese blu dove il cielo corrisponde al mare, e le viste di balene che si infrangono nelle profondità, foche monache che si sdraiano sulla costa e uccelli marini che sfrecciano sopra le onde.

La costa rocciosa di Kauai vista da Ke Ala Hele Makalae / Foto di Stacey Irlanda

Proteggere questi beni naturali per il pubblico è stata la spinta originale dietro il concetto di rail-trail. Negli 1990, le piantagioni di un’economia agricola un tempo fiorente stavano andando defunte e vendendo le loro terre, sollevando preoccupazione nei sostenitori locali sulla potenziale perdita di accesso aperto alla costa. Il progetto trail-parzialmente costruito su una linea ferroviaria precedentemente utilizzata per trasportare le colture di canna da zucchero dell’isola—un giorno si estenderà a 17 miglia da Anahola sulla costa nord-orientale a Nawiliwili, vicino alle aree più popolate dell’isola a sud, preservando il corridoio costiero per residenti e turisti.

La ricca storia dell’isola è anche catturata e condivisa su quasi due dozzine di segni interpretativi che punteggiano il percorso. I viaggiatori possono conoscere i siti archeologici, culturali e storici lungo la strada, i nomi nativi di ruscelli e canali, le piante e gli animali che possono essere visti qui, e molti altri argomenti unici per la zona.

Uno dei punti salienti del percorso è il Lydgate Park, che ospita due lagune protette da una diga in pietra che offre acque calme per nuotare e fare snorkeling nell’oceano (rendendolo un luogo popolare per le famiglie con bambini piccoli), così come padiglioni per picnic, campeggi per tende e un parco giochi costruito dalla comunità, un piccolo progetto che ha

Lydgate Beach Park è un punto culminante di Ke Ala Hele Makalae | Foto per gentile concessione di Kauai Percorso, Inc

“Nel mezzo del percorso è Lydgate Parco, e c’era stato un gruppo di comunità che ha costruito un parco giochi, nel 1993,” dice Doug Haigh, la divisione di costruzione e capo del dipartimento della contea di opere pubbliche, che è la gestione della pista di costruzione. “Quel progetto ha creato un gruppo forte che ha adottato il parco e ha voluto fare di più. Una delle cose che volevano nel parco era una pista ciclabile e pedonale. I volontari della comunità hanno messo insieme una proposta, e il nostro dipartimento dei lavori pubblici l’ha adottata e l’ha presentata all’autostrada federale per il finanziamento.”

Oltre al suo uso ricreativo, il sentiero, che collega vagamente la Route 56 (nota anche come Kuhio Highway), ha anche uno scopo pratico: fornire un’alternativa a una delle strade più trafficate dell’isola. Il percorso attualmente corre lungo una vivace zona di Kapaa, che è ben noto per i suoi negozi, ristoranti e destinazioni turistiche, e una fase futura del progetto si estenderà a Lihue, una delle più grandi comunità di Kauai e sede della sede del governo dell’isola e l’aeroporto.

“Kapaa ha il peggior traffico sull’isola in qualsiasi ora del giorno”, dice Brody, che spesso usa il sentiero per fare commissioni, come i viaggi al negozio di alimentari. “Prendere il sentiero è assolutamente bello, ed è molto meno stressante e richiede meno tempo rispetto al traffico.”

Ke Ala Hele Makalae segue la costa orientale dell’isola di Kauai | Foto di Kevin Clark

Slancio per migliorare la deambulazione e bikeability è crescente con la contea di ricevere un $13 milioni di TIGRE sovvenzione da parte del Dipartimento dei Trasporti STATUNITENSE, lo scorso autunno, che si prevede di utilizzare per le piste ciclabili, i marciapiedi, la condivisione di percorsi e di altri progetti di questo tipo nel Lihue. E, l’anno prossimo, il distretto di Kawaihau, un’area residenziale e commerciale arroccata su una ripida collina, sarà collegata al sentiero costiero con una passerella sopraelevata che inizierà la costruzione il prossimo febbraio, con manodopera fornita dalla Guardia Nazionale.

Tommy A. Noyes, che ha contribuito a costruire il parco giochi Lydgate Park due decenni fa, è entusiasta di questi nuovi sviluppi. Ora il direttore esecutivo per Kauai Path, Inc., un’organizzazione no-profit che promuove il progetto trail, osserva che, ” Affinché il percorso sia integrato nel tessuto della comunità, è importante legarsi ai nuclei urbani con progetti complementari.”

Il nome del sentiero, Ke Ala Hele Makalae, significa ” Il sentiero che passa dalla costa | / Foto di Connie McCabe

Il Ke Ala Hele Makalae stesso è suddiviso in sei fasi di sviluppo, due delle quali sono completate, ma scollegate. La terza fase per chiudere il divario di 2 miglia tra i due segmenti di sentiero aperto è in corso. Le altre fasi del percorso possono richiedere anni per completare, ma c’è un forte sostegno locale per il progetto, anche dal sindaco di Kauai, Bernard P. Carvalho, Jr.Il sindaco atletico, precedentemente un giocatore dei Miami Dolphins, conduce un sindaco-a-thon sul sentiero ogni giugno, un evento che Brody crediti come aiutare a introdurre molte nuove persone al sentiero.

“È usato così ampiamente e, sorprendentemente, da molti uomini”, osserva Brody. Lei aggiunge con una risatina, ” Abbiamo cercato per anni per ottenere gli uomini coinvolti nei nostri programmi di fitness. Chi sapeva che tutto quello che dovevamo fare era costruire un sentiero?”

Haigh è d’accordo, ” L’intera gamma della comunità è là fuori ad usarlo. Non c’era davvero posto per andare in bicicletta; il sentiero ha fatto una grande differenza.”

Tagged con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.