Amarengo

Articles and news

Fatti, storie e realizzazioni di Jim Marshall dei Minnesota Vikings

Sports Illustrated – Dec. 24-31, 1979
“Un uomo per 20 stagioni” di Anthony Cotton

Vecchio indistruttibile, Jim Marshall dei Vichinghi, si ritiradopo 302 partite consecutive

Domenica scorsa a Foxboro, Messa., Jim Marshall, età 41 didwhat è venuto naturalmente a lui su domenica di autunno per il passato 19 anni. Ha allineato a destra defensive end per l’inizio di un Minnesota Vikingsgame. Non c’erano bande musicali o cerimonie a metà tempo, solo un breve P. A. annuncio che questa volta sarebbe stata l’ultima volta per JimMarshall.
Il grande addio era stato detto la domenica precedente a Bloomington, Minn., dove Marshall fu onorato per il suo lungo servizio con i Vichinghi. Dopo aver guidato intorno MetropolitanStadium in una vecchia decappottabile rossa, Marshall è stato tostato dai suoi compagni a centrocampo prima della partita contro i Buffalo Bills.
In quella partita Marshall licenziò due volte il quarterback Joe Ferguson, e giocò anche offensive tackle durante la serie finale dei Vikings. Minnesota ha vinto 10-3, e alla fine Marshallwas portato fuori dal campo dai suoi compagni di squadra, con la palla gioco—la prima pietra mai dato a un giocatore Viking da Coach Bud Grant—nella sua mano destrae le lacrime agli occhi.
Quindi non importa che i fan del New England non abbiano apprezzato appieno ciò che stavano vedendo. Per contro i Patriots, Marshall stava giocando il suo 282 ° gioco regularseason consecutivo-ogni partita dopo il 224°, nel 1975, era un record NFL iron-man. Quest’uomo era stato nel calcio professionistico prima che ci fosse un franchisein New England. Ha giocato in Canada per il Saskatchewan Roughridersin 1959 dopo aver lasciato Ohio State un anno di anticipo e poi si unì ai ClevelandBrowns nel 1960. Minnesota scambiato per Marshall, e cominciando withthe Vikings ‘ partita inaugurale contro i Chicago Bears nel 1961, ha startedin ogni regular e post season contest i Vichinghi hanno giocato – 302in tutto.
Il record di Marshall per longevità e durata non può mai essere eguagliato nella NFL, dove il difensore medio sopravvive solo 4,5 anni e giocatori diversi dai quarterback non durano così a lungo. Come, allora, è stato Marshall, che è entrato in leagueat 6 ‘3″ e 220 sterline e sta lasciando a 6 ‘4″ e 235 sterline, in grado di giocare a calcio per 21 stagioni?
“Jim direbbe che è la vitamina che prende o la meditazione trascendentale o qualcos’altro, ma non è vero”, dice Fred Zamberletti, allenatore dei Vichinghi negli ultimi 19 anni. “Ho visto tutta quella roba andare e venire con lui. È solo una di quelle persone che è stata benedetta con un grande corpo.”Grant è d’accordo, definendo Marshall” un’impossibilità fisiologica. Non si strappa, non si strappa o si strappa.”

Marshall stesso dice che la sua carrieraè durato così a lungo perché lo voleva. “Perché non posso giocare a calciofino a 42 anni? Solo perche ‘qualcuno della mia eta’ non dovrebbe essere in grado di farlo. Questa è la programmazione negativa della mente. Il corpo umano è l’unica cosa che abbiamo che possiamo controllare in una certa misura, e il mentalcontrolla il fisico. Ci sono cose che siamo fisicamente capableof fare, ma spingere lontano da perché le nostre menti ci dicono di.”
Nel suo sforzo di” rendere la mente e il corpo totalmente armoniosi”, Marshall ha dato un sacco di pensiero al comportamento umano, ed è stato in grado di giocare settimana dopo settimana nonostante le distorsioni della caviglia e le commozioni cerebrali che avrebbero potuto mettere da parte gli uomini minori. Due volte Marshall ha mantenuto intatta la sua striscia uscendo dagli ospedali dove si stava riprendendo, una volta dalla polmonite e questa stagione dalle ulcere. In un’altra occasione ha giocato dopo essersi sparato accidentalmente nellato mentre puliva un fucile da caccia.
Stranamente, Marshall era regolarmente nella lista dei disabili durante la bassa stagione, vittima di uno stile di vita che produceva un numero qualsiasi di chiamate ravvicinate. Egli è un appassionato sky diver, scubadiver, e motoslitta. Durante un viaggio tra le montagne del Wyoming, la festa di Marshall fu intrappolata in una bufera di neve e le motoslitte del gruppo si bloccarono. Un uomo è morto congelato nella neve alta fino alla vita. Marshall e gli altridovevano ricorrere a bruciare i loro soldi per produrre calore.
Durante la sua carriera Marshallè rimasto fuori dai riflettori. Nel periodo d’oro dei Purple People Eaters’, Alan Page e Carl Eller hanno ricevuto la maggior parte dell’attenzione—non Marshall, notTackle Gary Larsen. Quando Page lasciò i Vikings per i Bears andEller partì per Seattle, la pubblicità si concentrò sui loro rimpiazzi, noton Marshall.
Quando iniziò questa stagione, Marshall fu usato solo con parsimonia, a volte lasciando il posto a Randy Holloway già nella terza o quarta serie difensiva. I critici hanno detto che Grant stava soccombendo al sentimentalismo nel mantenere viva la striscia di Marshall a spese di Holloway. Marshall era filosofico sulla situazione. “Per il futuro della squadra, doveva succedere”, ha detto delle sue panchine. “Quando youplay, è come se fossi un artista. Metti i colori sulla telae vedi cosa succede. Forse quello che sto facendo ora è aiutare a mescolare i colori. Le cose si risolveranno da sole.”

Mentre Holloway era breakingin, Marshall è stato chiamato quando Minnesota si è trovato in situazioni cruciali—whichhappened troppo spesso in questa stagione. La sua performance nei tightspots gli ha guadagnato sempre più tempo di gioco.
“Tutto il tempo che stai cercando di perfezionare quello che fai sul campo, cercando di inserirlo nel quadro generale”, dice. “Se lo fai, puoi mettere la tua energia dove è necessaria, quando è necessaria, invece di mettere il piede sul pavimento e bruciare te stesso.”
Giocando al suo sweetpace, Marshall evitò il trauma degli ultimi giorni di Page ed Eller, che furono spediti senza tante cerimonie dopo quelle che erano considerate stagioni povere. “A volte puoi andare in un negozio e comprare qualcosa che è molto buono per niente perché i proprietari del negozio vogliono solo liberarsene o iniziare un nuovo modello”, dice Marshall. “Questa è la loro opinione, ma tu odi solo vedere qualcosa di simile a quello che avevamo reciso.”
Quello che avevano, Secondomarshall, ha rivoluzionato il calcio. “Al nostro apice”, dice, ” abbiamo cambiato il gioco. Le regole sono state approvate per aiutare i team ad adattarsi a noi. Le nuove regole di detenzione, la messa al bando dello schiaffo alla testa-che era a causa delle cose che abbiamo fatto. Eravamo come una squadra SWAT, una task force d’attacco, veloce e agile. A parte, eravamo completamente diversi, ma ci ha messo insiemee abbiamo cliccato. È arrivato al punto in cui sapevo cosa avrebbero fatto gli altri nel momento in cui l’hanno iniziato. E ‘ stato appena capito.”
Nonostante i suoi risultati positivi,Marshall è probabilmente meglio ricordato in tutto il NFL come Wrong Way Marshall. Nel 1964 raccolse un fumble, lo portò per 66 yard nella zona finale epoi lanciò con giubilo la palla verso gli spalti. Il problema era che era la zona di arrivo sbagliata. “Ero così intento a raccogliere la palla e fare qualcosa con essa che non ero nemmeno a conoscenza di quello che avevo fatto fino a quando la palla non era stata fischiata morta”, ricorda Marshall. “È stato il perfettoesempio di un giovane giocatore che usa l’energia senza pensare.
Non c’era tale problema Quandomarshall prese la sua decisione di andare in pensione, una scelta che piacque a sua moglie, Anita. “Sono contento che sia fatto”, dice. “E’ stato divertente, ma dentro youknew doveva finire qualche volta. C’erano due modi in cui poteva finire—ontop con dignità o nell’altro modo. Mi piace l’on top con dignità.”
Marshall è d’accordo,” Ho sempre detto che avrei giocato finché avrei potuto contribuire e la squadra aveva bisogno di me, andI sento ancora di poter giocare un altro anno o due, ma è tempo di cambiare”, dice. “Sono un individuo di talento, e ora devo lasciarequei talenti mi portano altrove.
” Ma tutto è ancora sofresh per me. Alcune persone vedevano il gioco come una fatica, ma le cose cambiavano sempre troppo velocemente perché fosse vero. A rigor di termini,è ancora un gioco di spostare la palla su e giù per il campo, ma le cose sono più sofisticate, più disciplinate ora rispetto a cinque anni fa, lasciate da solo20. Allora qualcuno come Big Daddy Lipscomb poteva attraversare la linea di scrimmage e gestire l’intero backfield offensivo attraverso la pura fisicità. Le difese di oggi sono troppo complesse per questo a causa dei fori che ogni giocatore ha, a causa delle cose che i reati possono fare. Qualcuno come Big Daddy non succederà oggi.”
Ed è dubbio che un altrojim Marshall arriverà domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.