Amarengo

Articles and news

Centro Studi San Nicola per le Chiese Orientali

Per molto tempo Girolamo di Praga rimase all’ombra di Jan Hus. Un anno dopo Hus, fu bruciato come eretico al Concilio di Costanza nel 1416. Mentre Hus lavorava come sacerdote, predicatore e riformatore della chiesa, specialmente in Boemia, Girolamo viaggiò in tutta Europa come laico e filosofo astuto per riformare non solo la Chiesa ma lo spirito umano. Così egli è apparso come una minaccia per l’autorità della Chiesa – dal suo comportamento ribelle, ma anche dalle sue posizioni metafisiche. Combatté contro il nominalismo e proclamò l’accesso diretto della ragione umana agli archetipi divini. Divenne così un “iconoclasta” contro le rappresentazioni terrene.

Hieronymus rimase in gran parte sconosciuto al di fuori della ricerca ceca. Thomas Fudge è il primo a presentare una biografia inglese, qui tradotta in tedesco. Sulla base di fonti latine e ceche e della letteratura di ricerca, ricostruisce la vita movimentata di Girolamo fino al suo processo e alla sua tragica fine. In questo modo, dà accesso a questa affascinante personalità, che è strettamente connessa con la storia intellettuale del tardo Medioevo. L’umanista italiano Poggio Bracciolini, che ha lasciato una testimonianza sulle ultime ore di Girolamo, predisse: “Quest’uomo sarà ricordato!”

Circa l’autore: Thomas A. Fudge è professore di Storia medievale presso l’Università del New England in Australia. Egli è un esperto riconosciuto sulla storia del movimento hussita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.