Amarengo

Articles and news

Bruciare un fiammifero – elimina i cattivi odori del bagno?

Un avido lettore del compagno norvegese di ScienceNordic, forskning.no, si è chiesto se la pratica comune di accendere una partita dopo aver usato il gabinetto funziona davvero per ridurre odori sgradevoli.

Il lettore ha ipotizzato che potrebbe esserci una delle tre spiegazioni sul perché questo potrebbe effettivamente avere un effetto:

  1. La fiamma potrebbe essere in grado di bruciare alcuni componenti dell’odore sgradevole.
  2. L’odore di bruciato della partita potrebbe essere in grado di sopraffare il cattivo odore.
  3. Oppure, la partita agisce essenzialmente come un placebo e non ha alcun effetto.

Questo chiaramente ci ha chiesto di mettere i nostri deerstalker di Sherlock Holmes per trovare una risposta. Due chimici, Jo Døhl, capo del Dipartimento di Chimica dell’Università di Oslo, e Leiv Sydnes dell’Università di Bergen, hanno accettato di aiutarci. Sfortunatamente, entrambi hanno risposto con la stessa, forse un po ‘ deludente, risposta.

Cos’è che in realtà odora?

Per capire la risposta alla domanda, tuttavia, dobbiamo fare un piccolo viaggio nel mondo della chimica. Prima di tutto, che cosa è esattamente che rende le nostre scoregge—più formalmente conosciuto come flatus—puzza?

Jo Døhl è a capo del Dipartimento di Chimica dell’Università di Oslo. (Foto archivio: Università di Oslo.)

La maggior parte dei gas intestinali è dovuta all’aria che inghiottiamo. Ad esempio, se mastichi la gomma stai inghiottendo molta aria per tutto il tempo che stai masticando. Ma questo non è ciò che fa sì che le scoregge abbiano un cattivo odore.

“Il processo digestivo scompone il cibo che mangiamo in componenti utili e i prodotti di scarto vengono escreti come feci. Alcuni di questi rifiuti sono in forma gassosa”, ha scritto Døhl in una e-mail.

“Gran parte di questo gas è costituito da anidride carbonica e metano, ma include anche composti di idrogeno e zolfo come l’idrogeno solforato”, ha scritto. Questo ultimo composto è quello che di solito dà scoregge loro profumo firma.

Sydnes spiega che grandi quantità di idrogeno solforato possono effettivamente essere fatali. E sebbene una scoreggia modesta non contenga vicino alle quantità necessarie per essere mortale, l’odore è molto riconoscibile, anche a piccole dosi. Inoltre, è anche infiammabile.

Leiv Sydnes è professore di chimica presso l’Università di Bergen. (Foto: Privato.)

“L’idrogeno solforato, H2S, reagirà con l’ossigeno nell’aria e la fiamma in modo da formare acqua e anidride solforosa. L’anidride solforosa ha un odore completamente diverso ed è molto meno sgradevole”, ha scritto Døhl.

Questa risposta fa ben sperare per l’opzione uno: che la fiamma che brucia consuma il gas maleodorante. Sfortunatamente, tuttavia, la risposta non è così semplice.

Un’esplosione nel tuo bagno

Pensaci. Se davvero il tuo partner fosse in grado di bruciare tutti gli H2, dovrebbe bruciarlo molto rapidamente—abbastanza velocemente da creare un’esplosione.

Ma i nostri chimici dicono che l’aria deve contenere almeno il 4,3% del gas maleodorante prima che si verifichi un’esplosione.

Non importa quanto pesante la vostra visita alla toilette potrebbe essere stato, non si può mai produrre che molto H2S. Saresti avvelenato dal gas H2S prima che raggiunga livelli abbastanza alti da esplodere.

E una singola piccola partita non entrerebbe mai in contatto con tutti gli H2 nell’aria, poiché il gas è disperso e a basse concentrazioni.

Invece, se tu fossi particolarmente intenzionato a bruciare tutti gli H2 in bagno, potresti aver bisogno di qualcosa di più delle dimensioni di un grill a gas con un ventilatore per far scorrere tutta l’aria nella stanza oltre la fiamma, ha detto Døhl.

“Ora stiamo parlando di una visita in bagno di proporzioni epiche”, ha osservato.

Travestito da fumo

Sia Døhl che Sydnes sono abbastanza sicuri che la risposta alla domanda sia l’opzione due: il fumo della partita nasconde il cattivo odore.

“Il fumo maschera l’odore proprio come i diversi prodotti profumati che le persone lasciano nei loro bagni”, ha detto Døhl.

Essendo chimici, tuttavia, i nostri esperti avevano alcune soluzioni high-tech che potevano rimuovere il cattivo odore.

“Potresti filtrare l’aria attraverso il carbone attivo”, ha detto Døhl.

Il carbone attivo è un termine generale per il materiale prodotto dal carbone. Ha una grande superficie e contiene un gran numero di piccoli pori e può catturare praticamente tutti i composti chimici leggermente solubili in acqua.

Se hai un filtro a carbone attivo nel tuo bagno, l’H2S sarà assorbito dal carbone. Ma poi si deve fare in modo che tutta l’aria in bagno è passato attraverso il filtro, che pone una propria serie di problemi, ha detto.

“Direi che è molto più facile installare una ventilazione adeguata e una ventola di ventilazione efficiente”, ha detto Døhl.

Leggi la versione norvegese di questo articolo all’indirizzo forskning.no

  • Profilo di Jo Døhl
  • Profilo di Leiv K. Sydnes
Contenuto correlato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.